Data di ultima modifica: 
09 Febbraio 2017

Irlanda: terra di stranieri

La "tigre celtica" non si ferma. Per la prima volta nella storia dell'Irlanda sono stati superati, nel 2005, i 2 milioni di occupati. Sono stati creati più di 88.000 nuovi posti di lavoro. Per il 2006 la crescita economica dovrebbe essere del 5,5% , per quest'anno le previsioni parlano più o meno della stessa cifra. Sono nati 30.000 nuovi posti nel settore finanziario negli ultimi due anni, mentre nel 2005 sono stati creati 20.000 nuovi posti solo nella sicurezza e 16.000 nelle professioni artigianali.
Per la crescita degli ultimi anni è aumentato in modo impressionante il numero degli stranieri, che oggi costituiscono quasi il 15% della forza lavoro, pari a 300.000 persone circa. Un terzo proviene dai nuovi stati membri dell'UE, in particolare dalla Polonia, ed è occupato specialmente nel settore edile e nei servizi. Senza di loro, molti cantieri, negozi, ristoranti e bar dovrebbero rimanere chiusi. Nel settore alberghiero un lavoratore su quattro proviene dall'estero.
L'unica nota dolente in questo quadro più che positivo, è il tasso di disoccupazione che è salito, anche se leggermente: da 4,2 a 4,3% nel terzo trimestre. Un tasso, però, che si colloca molto al di sotto della media europea (7,8%). In realtà  è vicino alla piena occupazione perchè molte persone iscritte nelle liste del FAS (Centro per l'impiego irlandese) si sono licenziate da poco e stanno cercando un nuovo lavoro; oppure hanno concluso da poco la scuola o l'università  e stanno ugualmente cercando. La disoccupazione giovanile è addirittura metà  di quella europea: 8,1% contro 17,2%.
Il solo FAS ha registrato oltre 100.000 offerte di lavoro nei primi 8 mesi del 2006, il 26% in più dello stesso periodo nel 2005. A queste se ne aggiungono almeno altrettante che le agenzie private hanno pubblicizzato.

I settori che hanno più problemi nel reperimento del personale sono:
* Edilizia: capocantieri e geometri
* Industria: ingegneri e ragionieri
* Negozi: commessi
* Servizi: agenti assicurativi e ragionieri
Per iniziare la ricerca: www.fas.ie (Centro per l'impiego)

Agenzie private:
www.kellyservices.ie 
www.grafton-group.com 
www.manpower.ie

Siti con offerte:
www.monster.ie 
www.jobs.ie 
www.irishjobs.ie 
www.EmployIreland.ie 
www.Jobs-Ireland.com 

Stipendi
L'Irlanda ha fissato il "National Minimum Wage" (paga oraria minima) a € 7,65. Se l'azienda paga meno, rischia forti sanzioni da parte dell'autorità . Per il 2007 le stime prevedono un aumento degli stipendi del 4,5% mentre l'inflazione dovrebbe attestarsi sul 2,5%.
Lo stipendio medio lordo mensile di un operaio qualificato nell'industria è di € 647, nelle costruzioni di € 822, mentre i dipendenti del pubblico impiego si attestano su € 735. Ci sono due aliquote: 20 % e 42 %.

Retribuzioni annue:
Architetto junior € 35.000-45.000
Chef de Partie € 21.000-27.000
Cassiera supermercato € 16.000-18.000
Customer Service Representative € 17.000-25.000
Elettricista € 19,24/ora
Estetista € 16.000-19.000
Geometra € 30.000-65.000
Impiegato acquisti costruzioni € 25.000-45.000
Ingegnere elettronico € 40.000-55.000
Insegnante scuola secondaria € 28.800
Office Manager € 34.000-36.000
Receptionist albergo € 18.000-22.000
Segretaria con esperienza € 29.000-31.000

Importi lordi. Secondo la professione, sono da tener presenti i benefit come: macchina aziendale, rimborso chilometrico, bonus, pensione aziendale, assicurazione salute.
[Fonte: Eurocultura]

Condividi