Data di ultima modifica: 
16 Marzo 2020

MUDE (Modello Unico Digitale dell'Edilizia)

Attenzione! Riorganizzazione ricevimento uffici fino al 3 aprile 2020 o eventuali proroghe:

Contatti telefonici da lunedì a venerdì ore 9.00 - 13.00 

Accedi al Mude

Il Mude è il Modello unico digitale dell’edilizia ovvero la piattaforma informatica utilizzata per l’attuazione delle ordinanze commissariali 29, 51 e 86/2012 relative alla ricostruzione (i testi sono scaricabili dalla colonna a destra “In evidenza” della seguente pagina web http://www.regione.emilia-romagna.it/terremoto/gli-atti-per-la-ricostruzione). 
Il Mude unisce nello stesso procedimento sia la pratica edilizia per effettuare i lavori di riparazione, ripristino o ricostruzione degli immobili, che la pratica relativa alla richiesta dei contributi.

I termini di presentazione delle domande sono scaduti in data 31/10/2017

Il Mude nel dettaglio

Il sistema, in prima istanza, è utilizzato per le domande di contributo ai lavori di riparazione degli immobili con esiti di inagibilità temporanea o parziale (di norma B e C da classificazione Aedes) e i fabbricati aventi inagibilità totale (E).
In concreto, con questa porta elettronica i professionisti possono predisporre ed inoltrare per via telematica tutta la documentazione allo scopo richiesta.
D’altro canto, i Comuni possono interagire, sempre per via telematica, con i professionisti, le banche e la struttura Commissariale.

Il "sistema informativo per la ricostruzione" consente un puntuale monitoraggio da parte della struttura Commissariale dell’avanzamento lavori e una costante relazione con tutti gli attori coinvolti (professionisti e banche). Il sistema permette inoltre un valido supporto delle attività del Gruppo interforze ricostruzione Emilia-Romagna (Girer), che ha il compito di rafforzare l’attività di prevenzione e di contrasto alla criminalità organizzata nelle aree del territorio emiliano-romagnolo colpite dal terremoto.

La piattaforma tecnologica è stata realizzata con il supporto tecnico del Csi Piemonte, struttura informatica che per conto della Regione Piemonte, della Provincia e del Comune di Torino, già collabora per la costruzione condivisa del Modello unico digitale per l’edilizia previsto dalla legge 80 del 2006. Un’attività sancita dagli accordi di cooperazione tra Emilia-Romagna, Piemonte e Umbria deliberati dalla Giunta Regionale nel dicembre 2011.

E' possibile caricare le richieste di contributo per tutte le tipologie di intervento al seguente link http://www.mude.piemonte.it/site/

Dove rivolgersi: 
Cento - via XXV Aprile, 11 (Centro Pandurera)
0516843258

Condividi

Tags: 
Terremoto