Data di ultima modifica: 
10 Giugno 2019

Assegnazione contributi per la ricostruzione di pertinenze inagibili, esterne alle abitazioni principali

Il Commissario per la Ricostruzione della Regione Emilia Romagna ha emesso un'ordinanza che definisce i nuovi criteri e  le modalità per l’assegnazione di contributi per la riparazione e la ricostruzione di pertinenze esterne inagibili, cantine e autorimesse, connesse ad abitazioni principali che sono invece pienamente agibili.

Si tratta dell’Ordinanza n. 12 del 5 giugno 2019 firmata dal presidente della Regione Emilia-Romagna e commissario delegato alla Ricostruzione con l’obiettivo di ripristinare la completa funzionalità di tutte le case colpite dal terremoto del 2012.

Sarà possibile presentare domanda tra il prossimo 15 giugno e il 31 marzo 2020: gli interessati dovranno mantenere la destinazione d’uso in essere al momento del sisma e assicurare la durevole destinazione a servizio dell’abitazione principale a cui la pertinenza era connessa alla data del terremoto.

L’ordinanza ammette a contributo le pertinenze esterne con una superficie massima di 30 metri quadrati complessivi e definisce inoltre, in analogia alle ordinanze che disciplinano i contributi per la ricostruzione abitativa, il costo convenzionale massimo ammissibile per le diverse tipologie di intervento: 260 euro al metro quadrato per interventi di riparazione e rafforzamento locale, 720 euro al mq per interventi di miglioramento sismico o demolizione e ricostruzione, 1.000 euro al mq per interventi di ricostruzione nel caso di edifici crollati o demoliti in attuazione a ordinanza dei sindaci.

Condividi

Allegati

Titolo File Estensione Dimensione Download link
Ordinanza n°12 del 5 giugno 2019 PDF icon Ordinanza n°12 del 5 giugno 2019 pdf 331.05 KB
Dove rivolgersi: 
Cento - via Guercino, 62 (Palazzo Piombini)
051 6843239 - 279 - 319 - 109
051 6843380
Area tematica: 
Terremoto 2012 - Abitare