Data di ultima modifica: 
02 Gennaio 2019

Al via la 'sezione di libri in lingua russa' alla biblioteca di Cento

Alla biblioteca comunale di Cento a breve sarà operativa una sezione costituita da libri in lingua russa: una prima partita di libri in cirillico è stata già consegnata ed altri arrivi sono programmati per l’inizio del 2019. I primi volumi presto saranno catalogati e a breve resi disponibili per la consultazione/lettura.

La nascita di questa ‘Sezione libri in lingua russa’ viene attuata senza alcun costo per la cittadinanza grazie alla meritevole iniziativa dell’Associazione culturale ‘Casa Creativa Istoki’, in sinergia con l’Associazione ‘Cento-Riazan’ e il sostegno logistico/culturale della giunta comunale e della direzione della biblioteca comunale di Cento.

«Sono in aumento le famiglie italo-russe che vivono e Cento e nei paesi del territorio limitrofo - spiega la presidente dell’Associazione culturale ‘Casa Creativa Istoki’, Janna Belayeva Preti - e da alcuni anni abbiamo costituito la nostra associazione con l’intenzione di tenerci in contatto, promuovere iniziative di carattere culturale, partecipare e organizzare iniziative di conoscenza reciproca interagendo con la realtà che ci circonda. Abbiamo pensato che avere un punto di riferimento istituzionale comune sarebbe stato assai utile per favorire incontri e nuove conoscenze anche al di fuori della nostra associazione e quindi è venuta spontanea l’idea della biblioteca. Abbiamo contattato Mauro Bernardi dell’Associazione ‘Cento-Riazan’ e il vicesindaco Maccaferri ed in brevissimo tempo abbiamo dato il via alla realizzazione di questo progetto: istituire una sezione di libri in lingua russa nella biblioteca di Cento».

«Riteniamo l’iniziativa proposta da ‘Istoki’ molto positiva dal punto di vista culturale e sociale: favorire la reciproca conoscenza e la partecipazione attiva di tutti alla vita della nostra comunità sono cose che vogliamo e promuoviamo con impegno e serietà concreti - afferma il vicesindaco Simone Maccaferri -. Abbiamo verificato con Mariateresa Alberti la fattibilità della cosa, dal momento che attualmente la biblioteca è provvisoriamente ospitata in alcuni locali della Rocca: accertato che una certa disponibilità di spazio esiste abbiamo con piacere accolto la proposta. Va sottolineato il fatto che la costituzione di questa nuova sezione di libri in lingua straniera, russo appunto, avviene a ‘costo zero’ per la cittadinanza centese in quanto tutti i volumi vengono donati da ‘Casa Creativa Istoki’, da altri privati, oltre che da ‘Cento-Riazan’ e altri soggetti della città di Riazan con i quali il Comune di Cento sta lavorando per instaurare rapporti di amicizia e collaborazione: un bel volume sul Museo statale di Riazan già da mesi è stato donato alla nostra biblioteca».

Mariateresa Alberti rimarca che la collaborazione con ‘Istoki’ è partita bene. «Oltre alla prima partita di libri ci hanno consegnato anche un elenco già traslitterato in modo che il nostro lavoro di catalogazione sarà notevolmente facilitato, in quanto traslitterare il cirillico non è cosa semplicissima come ben tutti sanno. Se non ci saranno contrattempi, pensiamo che già nel gennaio 2019 i libri arrivati potranno essere a disposizione del pubblico».

Tra i libri consegnati  vi sono alcuni romanzi, biografie, saggi e alcuni libri per ragazzi, fra cui uno di Gianni Rodari tradotto in russo e riccamente illustrato: una vera chicca.

[nella fotografia, da sinistra Janna Belayeva Preti, Katerina Litovcenko, Simone Maccaferri, Mariateresa Alberti, Mauro Bernardi]

 
 
 
 
 
 
 

Condividi

Dove rivolgersi: 
Cento - Piazzale della Rocca
051 6843141-145
051 643120
Area tematica: 
Biblioteche
Tags: 
Libri