Data di ultima modifica: 
13 Agosto 2018

Controllo zanzare


La Regione E-R ha trasmesso le indicazioni utili per la cittadinanza ai fini della prevenzione e del contrasto alla diffusione del virus delle zanzare tigre nelle persone, con il 'Piano di sorveglianza arbovirosi 2018'. Ha inoltre comunicato le  indicazioni relative alla sorveglianza e al controllo dell'infezione da West Nile virus a seguito dell'evidenza di circolazione virale in aree delle province di Bologna, Ferrara, Modena, Ravenna e Reggio Emilia.

Su indicazione della regione vengono adotatti interventi di controllo del vettore e di prevenzione dell’infezione nell’uomo, attraverso:

- lotta antilarvalecontrollo e sostegno delle attività effettuate da privati. Il trattamento larvicida viene attuato a cadenza settimanale nei fossati di scolo e mensile nelle oltre 9.200 caditoie presenti sul territorio;
- interventi straordinari preventivi con adulticidi qualora sia in programma una manifestazione che comporti il ritrovo di molte persone nelle ore serali in aree all’aperto;
- interventi comunicativi sull’opportunità di proteggersi – in particolare nelle ore crepuscolari e notturne e nelle aree di pianura - da punture delle zanzare Culex, vettori del virus West Nile, sia per il tramite di professionisti della sanità sia attraverso il Comune, associazioni di volontariato, naturalistiche ecc..

Il ‘Piano regionale’ attribuisce al Dipartimento di Sanità Pubblica dell’AUSL il compito di monitorare e valutare la numerosità della zanzara tigre, l’informazione ai Comuni ed ai cittadini, il coordinamento delle azioni in caso di emergenze, etc.

La lotta alla zanzara tigre non può avere esiti positivi senza un attivo coinvolgimento della popolazione. I siti a rischio di infestazione da zanzara tigre nelle aree pubbliche sono infatti solo il 20-30% del totale. Il rimanente 70-80% delle zone a rischio è di proprietà privata. E' quindi necessario che i cittadini mettano in atto misure di prevenzione e di trattamento nelle aree di loro competenza.

Consigli utili:

  • evitare qualsiasi ristagno d'acqua,
  • usare prodotti larvicidi (in distribuzione presso l'Urp e Cmv Servizi) nelle caditoie, tombini, ecc.,
  • verificare che le grondaie siano pulite e non ostruite,
  • tenere pulite fontane e vasche ornamentali, eventualmente usando larvicidi,
  • tenere sgombri i cortili e le aree aperte da erbacce, sterpi e rifiuti,
  • provvedere nei cortili e nei terreni scoperti dei centri abitati al taglio periodico dell’erba.


L'ordinanza sindacale n. 81/2018 ordina: 

- nei casi di raccolta di acque piovane (ai privati cittadini, amministratori condominiali, gestori di aree commerciali o multisale..) di prevenire i depositi di acqua piovana; lo svuotamento di eventuali contenitori con accumuli idrici; il trattamento larvicida per l'acqua presente nei tombini, griglie di scarico, pozzetti nelle proprietà private; la pulizia e lo sgombero di cortili e aree aperte da erbacce, sterpi e rifiuti; il taglio periodico dell'erba nei cortili e terreni dei centri abitati; lo svuotamento di fontane e piscine non in esercizio o i trattamenti larvicidi.

- ai conduttori di orti, ai gestori di vivai, serre, aziende agricole di eseguire l'annaffatura diretta, sistemare i contenitori in modo da evitare ristagni o raccalta d'acqua, chiudere con coperchi evenuali serbatoi d'acqua, eseguire eventuali trattamenti nei contenitori di piante e fiori.

- a soggetti pubblici e privati di depositi e attività industriali, di depositi o attività di riparazione di copertoni, ai responsabili di cantiere, ai responsabili che dispongono di cassonetti o aree per la raccolta dei rifiuti solidi urbani di stoccare, chiudere o coprire i cassonetti dove potrebbe ristagnare l'acqua, di svuotare l'acqua eventualmente raccolta nei cassonetti, di effettuare trattamenti di disinfestazione per rimuovere potenziali focolai larvali.

Attenzione:
L'inosservanza delle disposizioni sopra riportate comporta l’applicazione di quanto previsto dall’articolo 7 bis del D.Lgs. n. 267/2000, con sanzione amministrativa pecuniaria da 25.00 euro a 500 euro. 
All'accertamento ed all'irrogazione delle sanzioni provvedano, per quanto di competenza, il Corpo di Polizia Municipale, l'Azienda Usi di Ferrara – Distretto di Cento, nonché ogni altro agente od
ufficiale di polizia giudiziaria a ciò abilitato.


Per maggiorni informazioni contattare:

Servizio Sanitario Regionale
Numero verde: 800 033 033
Da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 17.30 - sabato dalle 8.30 alle 13.30

Gli operatori, se necessario, possono mettere in contatto l'utente con i Dipartimenti di sanità pubblica delle Aziende USL.
Sito web: www.zanzaratigreonline.it

Speciale Regione E-R: "Zanzara Tigre e zanzara Culex: conosciamole meglio"
 

 

 

 

Dove rivolgersi: 
Cento - via Guercino, 62 (Palazzo Piombini)
051 6843319 - 161
051 6843380

Condividi

Allegati

Titolo File Estensione Dimensione Download link
Ordinanza 97 del 20/08/2018 Sorveglianza e controllo dell'infezione da West Nile Virus: indicazioni a seguito dell'intensa circolazione virale nel territorio regionale PDF icon ord_00097_20-08-2018.pdf pdf 79.73 KB
Tags: 
zanzare