Vai alla Home Page del Comune di Cento (Ferrara) Ritorna alla Home Page
Lunedì, 23 Ottobre 2017
Info in English Info auf Deutsch
carattere » Imposta la dimensione del carattere predefinita Imposta la dimensione del carattere grande Imposta la dimensione del carattere molto grande
 
Logo stampa

SI E 'INSEDIATO IL COMITATO SCIENTIFICO DEL CENTRO STUDI INTERNAZIONALE 'IL GUERCINO'

Venerdì 6 ottobre 2017 presso il Palazzo del Governatore

Il Comitato è composto da: Barbara Ghelfi, Daniele Benati, Joanna Kilian, David Ekserdjian, David Stone, Shinsuke Watanabe. Presidente: Salvatore Amelio. Leggi tutto


Si è insediato venerdì 6 ottobre il Comitato Scientifico del Centro Studi Internazionale 'Il Guercino'. A Palazzo del Governatore si è riunito quello che il presidente Salvatore Amelio ha definito il «gotha degli studi guerciniani»:

  • Barbara Ghelfi, Dipartimento Beni Culturali dell'Università di Bologna,
  • Joanna Kilian, curatrice Museo Nazionale di Varsavia,
  • Daniele Benati, Dipartimento delle Arti dell'Università di Bologna,
  • David Ekserdjian, Fondazione "Sir Denis Mahon" di Londra,
  • David Stone, Dipartimento di Storia dell'Arte dell'Università di Delaware (USA),
  • Shinsuke Watanabe, curatore Museo Nazionale di Arte Occidentale di Tokyo.

Gli studiosi sono stati accolti dal sindaco di Cento, Fabrizio Toselli, che si è detto «orgoglioso» della presenza di questi prestigiosi studiosi e «grato» per la loro partecipazione.
«Intendiamo investire sull'arte e sulla cultura, non soltanto per il loro valore intrinseco, ma anche come volano di crescita complessiva del territorio - ha affermato -. Il Centro Studi Internazionale si sta impegnando in tal senso per alzare ancor più il livello della nostra offerta, avvalendosi anche della rete di collaborazioni con altre città e con personalità di caratura internazionale come quelle che compongono questo Comitato Scientifico».

«Cento ha dato i natali a Guercino - gli ha fatto eco al proposito Salvatore Amelio - e attraverso la sua figura possiamo lanciare la nostra città e il nostro territorio, consentendo di scoprire non solo le opere, ma anche i luoghi guerciniani».

Prima dell'inizio dei lavori Daniele Benati si è fatto portavoce del gruppo di esperti, esprimendo a sua volta gratitudine per il coinvolgimento. «Già Goethe di Cento lodava la simpatia, l'attività e l'imprenditorialità di cui Guercino era interprete e, per noi che amiamo il maestro, Cento è un po' una patria. Speriamo dunque che la nostra collaborazione possa essere utile al suo rilancio, di cui l'arte, attraverso la cultura può essere strumento importante».

Come auspicato già questo primo incontro è stato immediatamente operativo, con una serrata attività sul prossimo grande evento dedicato al Guercino, che si prefigura come «un'iniziativa di alta qualificazione nel settore della cultura artistica con momenti espositivi di altissima qualità».

 
COMITATO SCIENTIFICO
 
 
 
crediti | accessibilità