Vai alla Home Page del Comune di Cento (Ferrara) Ritorna alla Home Page
Martedì, 26 Settembre 2017
Info in English Info auf Deutsch
carattere » Imposta la dimensione del carattere predefinita Imposta la dimensione del carattere grande Imposta la dimensione del carattere molto grande
 
Logo stampa

DAI MATERIALI ALLA TECNICA PITTORICA: INDAGINI SCIENTIFICHE SUL GUERCINO

Mercoledì 24 maggio 2017, ore 21.00 - Sala Zarri, Palazzo del Governatore

Una conferenza in cui saranno illustrati i primi risultati del lavoro svolto sugli affreschi della cupola del Duomo di Piacenza e le modalità di svolgimento delle indagini diagnostiche non invasive che saranno condotte sui dipinti del Guercino conservati nella Pinacoteca Civica di Cento. Leggi tutto

locandina
 


'Dai materiali alla tecnica pittorica: indagini scientifiche sul Guercino'. È il titolo della conferenza che si terrà mercoledì 24 maggio, alle 21, in 'Sala Zarri' di Palazzo del Governatore, organizzata dal Comune di Cento e dal Centro Studi Internazionale 'Il Guercino'. Durante l'incontro, a cura del Laboratorio Diagnostico del Dipartimento di Beni Culturali dell'Università di Bologna, Campus di Ravenna, saranno illustrati i primi risultati del lavoro svolto sugli affreschi della cupola del Duomo di Piacenza e le modalità di svolgimento delle indagini diagnostiche non invasive che saranno condotte sui dipinti del Guercino conservati nella Pinacoteca Civica.

A relazionare Mariangela Vandini, associato di Archeometria e Fisica per i Beni Culturali, Barbara Ghelfi, associato di Storia dell'Arte Moderna, e Chiara Matteucci, responsabile tecnico dell'Unità Polilaboratoriale del Dipartimento di Beni Culturali.
«Si tratta di un progetto innovativo, mai condotto sul nostro corpus guerciniano, e a costo zero - riferisce riguardo alle prossime indagini diagnostiche Salvatore Amelio, presidente del Centro Studi -. È finalizzato all'acquisizione di dati scientifici utili per tracciare la storia conservativa e l'attuale stato di conservazione delle opere, definire i materiali originali utilizzati e quelli impiegati in eventuali restauri, individuare possibili 'pentimenti' o impostazioni autografe diverse dalla soluzione finale. Inoltre tutto ciò sarà fondamentale per conoscere elementi che aiutino a bloccare e sicuramente a rallentare possibili processi di deperimento dei dipinti».

 
 
 
crediti | accessibilità